Portogallo on the road, parte 1

Portogallo, eccoci!

Dopo due giorni di viaggio, il primo in nave da Genova a Barcellona (da incubo: imbarcati 3h dopo l’orario previsto, attesa in piazzale sotto il sole diretto a 37°); il secondo passato alla guida per fare i restanti 1165 km in una tirata quasi unica per evitare soste nella rovente (42° a Cordoba alle 21.oo) Spagna.

Primi giorni in questa terra entusiasmanti: abbiamo esplorato i bei paesini di Castro Marin e Cacela Velha con cena a base di pesce appena pescato; abbiamo fatto bagni in mari calmi adatti ai bambini; abbiamo fatto un paio di soste libere vista mare. Tra l’altro stiamo imparando a conoscere ed apprezzare la ben fatta app Caramaps: fin’ora non ci ha mai tradito.

Come dicevamo da vedere assolutamente Castro Marin e Cacela Velha. Il primo piccolo paese, vicino al confine con la Spagna, di case bianche adagiate ai piedi del bel castello; il secondo perla dell’Algarve con le sue stradine e la sua spiaggia di sabbia quasi bianca.
Non da ultima l’Ilha de Tavira: sottile striscia di sabbia che la separa dal resto del continente, offre spiagge enormi in acque calme e con una temperatura accettabile.

Alcuni per scelta saltano l’Algarve: sicuramente, per quanto abbiamo visto, è parecchio frequentata. Sarebbe però un peccato non godere di queste meraviglie.

Portogallo parte 2
Portogallo parte 3
Portogallo parte 4
Portogallo parte 5
Portogallo parte 6

Autore dell'articolo: Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.