Ciclabile dell’Adda: Brivio – Trezzo sull’Adda

Un bel percorso sulle sponde del fiume Adda, in provincia di Lecco, adatto alla famiglia

Il fiume Adda offre molte attività all’aperto: passeggiate nei boschi, percorsi ciclistici, birdwatching, uscite in canoa. Noi abbiamo approfittato di questo fine settimana di sole per fare la bella pista ciclabile nel tratto che parte dal borgo di Brivio e arriva a Trezzo sull’Adda.

Punto sosta campo sportivo di BrivioLasciamo il camper nel parcheggio del campo sportivo di Brivio e attraversiamo il paese: carino con i suoi vicoli e il bel lungolago. La ciclabile inizia proprio in prossimità di quest’ultimo: dapprima il fondo è su asfalto ed è permesso il traffico veicolare, ma dopo essere passati sotto il ponte di Brivio, una sbarra consente l’accesso alle sole biciclette ed inizia il fondo sterrato.

Si entra in un meraviglioso bosco dove i colori autunnali la fanno da padrone: è un piacere pedalare in questo ambiente. Il fiume scorre alla nostra sinistra ed è frequente incontrare la ricca fauna che lo popola: cigni, anatre, germani reali, aironi cenerini e cornacchie grigie.

Dopo circa 4 km arriviamo ad Imbersago, dove troviamo il famoso traghetto progettato da Leonardo Da Vinci: si tratta di un particolare traghetto a mano che unisce le due sponde dell’Adda. Esse sono collegate da un cavo d’acciaio che serve al manovratore per dare la spinta iniziale. Una volta in posizione obliqua, è la corrente a spingere il traghetto che prende la direzione del timone. Perfettamente funzionante può traportare fino a 100 persone e 5 automobili.

Proseguiamo sempre su sterrato dopo circa 2,5 km arrivamo alla centrale idroelettrica Semenza, di proprietà della Edison, situata nei pressi della diga di Robbiate.

Passiamo ora sotto il ponte di San Michele, comunemente chiamato ponte di Paderno: alto 85 metri e lungo 286 metri, è un capolavoro di archeologia industriale italiana. Poco dopo, nei pressi di alcuni edifici di proprietà della Edison, attraversiamo tramite un ponte il fiume. Siamo ora ai bordi di uno dei canali creati per l’uso delle centrali elettriche: sulla nostra sinistra, a poca distanza, scorre l’Adda.

L’ambiente è sempre molto piacevole: giungiamo ora allo Stallazzo, sede dell’Ecomuseo Adda di Leonardo, e al Santuario della Madonna della Rocchetta da cui si scorge bel panorama. Qualche chilometro ancora e arriviamo a Porto d’Adda, dove troviamo la centrale idroelettrica Bertini.

Poco distante troviamo un altra centrale, la maestosa Ederle, che crea nel corso d’acqua potenti correnti e mulinelli. Costeggiamo ora sulla sinistra il campo da golf Villa Paradiso e, percorsi gli ultimi 4 km, giungiamo alla centrale elettrica Treccani, dove termina il nostro percorso: non ci resta che tornare sui nostri passi e ripercorrere i 18 km che ci separano dal camper.

Ciclabile Brivio-Trezzo sull'AddaLa pista ciclabile ci ha entusiasmato e ci ha sorpreso per l’ambiente, i colori, la flora e la fauna incontrata. Il percorso è, tranne un brevissimo tratto, pianeggiante e su ottimo sterrato: è adatto alle famiglie con bambini. Nel tragitto sono disseminati tavoli e panche, comodi per riposarsi o fare un bel picnic all’aria aperta.

 

 

Informazioni tecniche

Lunghezza del percorso: 17,5 km (18 km dal punto sosta camper). E’ possibile percorrere anche il tratto Lecco-Brivio, lungo anch’esso 17,5 km

Punto sosta: Brivio, presso il Centro Sportivo, 45°44’37.5″N 9°26’54.4″E

Area di sosta: Olginate, 45°47’43.1″N 9°24’58.9″E




Autore dell'articolo: Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.