Norvegia, pillole di Finnmark

All’improvviso, dopo una secca curva a sinistra, comparve. Erano anni che sognavo questo luogo, immerso nel nulla, palcoscenico di una natura incontaminata illuminata da un sole color rosso fuoco. Non mi interessava sapere che da lì a poco le nuvole sarebbero giunte, come un colpo di cancellino sulla lavagna, a calare il sipario.

Con il ricordo ancora vivo nel corpo e nei pensieri, ecco alcune “pillole” norvegesi. Non sono necessariamente i luoghi più belli o più significativi, sono semplicemente quelli di cui vogliamo raccontare.

 

Grense JakobselvGrense Jakobselv un luogo “fuori dagli schemi”: posto al confine con la Grande Madre Russia, si affaccia sul Mare di Barents. Superata la frontiera russa, la strada diventa dissestata e gli ultimi 10 km sono sterrati. Ma la fatica viene ampiamente ripagata dallo spettacolo della natura, con un tramonto da lasciare senza fiato.

Il fiordo di Varanger regala scenari magici: la piccola chiesetta di Nesseby sorge in posizione panoramica, e sembra fare da “sentinella” alla numerosa avifauna presente in loco.

La E75 è molto panoramica ed è un piacere la guida. Termina a Vardø, classica cittadina del Finnmark collegata alla terraferma da un tunnel, e famosa per ospitare la fortezza posta più a nord del mondo, la Vardøhus festning. Da qui è quasi obbligatorio proseguire sulla 341 in direzione Hamningberg: il paesaggio è lunare, con rocce di forme bizzarre quanto sorprendenti.




Nordkapp, o meglio detto il punto turistico più a nord d’Europa, o lo sia ama o lo si odia. Non ci sono le mezze misure. Per tanti è un luogo turistico, quasi un “carrozzone da circo”. Per noi invece una meta sognata per anni e che ora si mostra dinnanzi ai nostri occhi. Ognuno la può pensare a suo modo, ma il mappamondo posto sul luogo (*) più a nord, non può lasciare indifferenti.

Hammerfest, definita dai locals la città più a nord del mondo, è sede della curiosa “Regia ed Antica Società dell’Orso Polare”. Una passeggiata sulle colline che la sovrastano permette di ammirarne il contesto in cui sorge.

Alta è famosa per il magnifico museo delle incisioni rupestri, patrimonio dell’umanità. È sorprendente vedere le raffigurazioni e il lavoro fatto per recuperarle.

Le Lyngen Alps, maestose, imponenti, un piacere per gli occhi e per l’anima.

Tromso… Sommaroy… Senja… Vesteralen… Lofoten… the next…

 

 

Vivicamper Norvegia

 

 

 

In Norvegia con le guide Vivicamper! Acquistala ora!

Autore dell'articolo: Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.