L’Eroica e i suoi borghi

L’Eroica e i suoi borghi

Quale occasione, meglio de L’Eroica di Gaiole, per unire il divertimento del “pedalare” allo scoprire le bellezze italiane?

Greve in Chianti è considerata la “porta d’ingresso” di questa regione. Spettacolare è la piazza con i suoi portici, sui tre lati, dove si trovano parecchi negozi di artigiani, ristoranti ed enoteche.

Da non perdere, sempre al centro della piazza, la statua di Giovanni da Verrazzano e la chiesa di Santa Croce di origine medievale.

Panzano in Chianti dista una manciata di chilometri da Greve. Nel suo borgo antico è possibile vedere i resti del Castello di Panzano, importante sistema difensivo della Repubblica di Firenze.

Nella piazzetta principale è possibile fare ottime degustazioni di vino e mangiare, nella famosa e imperidibile Antica Macelleria Cecchini, la bistecca alla fiorentina e altre prelibatezze tipiche.

Attrattive di Panzano sono la chiesa di Santa Maria e la Pieve di San Leolino, quest’ultima splendido esempio di basilica romanica a tre navate.

Panzano in Chianti

Castellina in Chianti era un importante crocevia strategico e militare tra Siena e Firenze: la Rocca, che domina la piazza centrale, ne è una testimonianza.

Le origini di questo borgo sono antichissime, come dimostrano le tombe etrusche di Montecalvario. Da non perdere il camminamente di Via delle Volte, che attraversando il borgo regala scorci unici.

Radda in Chianti conserva l’originale aspetto medievale, circondato dalle antiche mura.

Il centro del borgo è dominato dal Palazzo del Podestà e dalla chiesa di San Niccolò, di origine romanica.

Radda è caratteristica anche per le sue vie del centro, piacevoli da passeggiare.

Radda

Gaiole in Chianti non necessità di presentazioni: è la capitale de L’Eroica.

Incastonata tra Chianti e Valdarno, nel Medioevo era un importante snono commerciale tra i vari castelli circostanti. Infatti in questa zona possiamo trovare antichi manieri, ora dimore, ben conservati, come il Castello di Brolio, il Castello di Meleto, il Castello di Vertine e la Pieve di Spaltenna.


Castelnuovo Barerdenga rimane quasi ai margini del Chianti turistico, per questo è meta tranquilla ma non meno piacevole.

Piazza Petrilli è il fulcro di questo borgo, dove si trovano i resti della torre alta. Da non perdere è il caratteristico Vicolo dell’Arco, dove si possono ammirare i suoi caratteristici archi a mattoni rossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.